Imparare dagli errori: il Museo del fallimento

Imparare dagli errori: il Museo del fallimento

Tentare, fallire, riprovare e riuscire: imparare dagli errori per migliorare e migliorarsi.

Lo sbaglio si costituisce come l’essenza fondamentale del processo di miglioramento del singolo e della comunità (almeno si spera).

Nessuno ne è esente o escluso e nessuno lo deve temere.

IMG_20200824_090313
fonte: https://pixabay

“Imparare è l’unico modo per trasformare un fallimento in un successo”: queste parole, che dovrebbero guidarci sempre, costituiscono anche il motto di un luogo incredibile del quale oggi parleremo.

Parliamo del Museo del fallimento che si trova in Svezia. Il Museum of Failure raccoglie tantissimi oggetti prodotti anche da marchi importanti, come la Apple o la Nokia, che però non hanno ottenuto il successo sperato, risolvendosi anzi in un bel nulla(cit da freewordsmagazine).

Vediamo in questa galleria d’immagini alcuni prodotti che, nonostante le prospettive e le intenzioni propositive ed ottimistiche delle casi madri, in realtà si sono rivelati in un nulla di fatto.

Tuttavia questo non ha impedito ai loro creatori di continuare a provarci, inventando prodotti di successo. Ed è questa la filosofia che dovremmo fare nostra: perseverare e non arrenderci mai. Bisogna provarci sempre. 

maschera-di-bellezza
Avere cura della pelle del proprio viso è importante. Quindi perché non provare questa innovativa maschera di bellezza? Foto tratta da http://viaggi.corriere.it/viaggi/eventi-news/museo-del-fallimento-svezia-helsingborg/
lasagne-della-colgate
Avete voglia di una buona lasagna? Non dimenticate però di lavarvi i denti. Immagine tratta da http://viaggi.corriere.it/viaggi/eventi-news/museo-del-fallimento-svezia-helsingborg/

 

computer-telefono
Pronti per una videochiamata? Immagine tratta da http://viaggi.corriere.it/viaggi/eventi-news/museo-del-fallimento-svezia-helsingborg/
orbitz
Bevanda perfetta per un happy hour… Ma cosa sono quelle particelle che fluttuano lì dentro? Foto tratta da http://viaggi.corriere.it/viaggi/eventi-news/museo-del-fallimento-svezia-helsingborg/

Per saperne di più, cliccate su questi link: 

http://www.museumoffailure.se/

http://viaggi.corriere.it/viaggi/eventi-news/museo-del-fallimento-svezia-helsingborg/

https://freewordsmagazine.wordpress.com/2017/11/20/museo-del-fallimento/

Maria Domenica Depalo

 

 

 

 

Piercing e tatuaggi: una nuova geografia del corpo

Piercing e tatuaggi: una nuova geografia del corpo

L’unicità è la nostra cifra distintiva, ciò che consente ad ognuno di noi di differenziarci dagli altri ma soprattutto di affermare l’univocità della nostra personalità.

È possibile esprimere se stessi e la propria storia mostrandosi appieno oppure evidenziando solo una parte di sé anche attraverso forme d’arte che usano come veicolo privilegiato la nostra pelle. Tra queste figurano i tatuaggi ed i piercing.

photo-1588417490413-57973b627712
https://unsplash.com

Il tatuaggio ha una storia antica ed affascinante risalente a più di 5000 anni fa, a quando i corpi delle giovani fanciulle destinate ad accompagnare nell’aldilà i membri delle nobili famiglie egiziane presso le quali lavoravano venivano decorati con segni e disegni coloratissimi. (vedi https://www.tatuatori.it/storia-tattoo)

Ogni tatoo è una narrazione di sé, della propria individualità ma anche della storia del popolo cui si appartiene. Basti pensare ai Celti che, adoratori degli elementi naturali, tatuavano sulla propria pelle animali piante e tutto ciò che era parte di madre natura oppure ai primi Cristiani che, se pur perseguitati, decoravano il proprio corpo con il simbolo della Croce, a testimoniare la propria fede (vedi https://www.tatuatori.it/storia-tattoo).

photo-1532600980931-7f84dffd7a0c

Anche i piercing sono riconducibili ad una forma di body art che fa ricorso alle punture di aghi.

È possibile forare varie parti del corpo, alcune parti del viso ma anche del corpo come l’ombelico o persino i genitali (vedi https://www.healthline.com/health/beauty- skin-care-tattos-piercing #healthrisks).

Ma perché ricorrere a questa arte? Perché “bucare” il nostro corpo e “decorarlo” con orecchini, septum o altri gioielli? È solo una questione di bellezza oppure ogni piercing è portatore di un significato profondo ed intenso?

I materiali con cui realizzare questo genere di monili sono molteplici come ad esempio l’acciaio inossidabile, l’oro ma anche il titanio.

Il piercing è presente ovunque ormai sia come “semplice” accessorio che come elemento imprescindibile della tradizione locale. Basti pensare che in alcune isole del Pacifico o in alcuni paesi asiatici e africani il piercing (come anche il tatuaggio) è espressione del passaggio all’età adulta (vedi https://tattoos.lovetoknow.com/Why_Do_People_Get_Body_Piercings ).

photo masai

Nonostante l’ormai ampia diffusione, dobbiamo ricordare che i rischi correlati ad un loro uso scorretto sono numerosi. Quindi cerchiamo di seguire alcune regole molto semplici:

1. il piercing va sempre sterilizzato;
2. bisogna pulire il piercing e l’area circostante almeno due volte al giorno per prevenire e rimuovere possibili infezioni;

3. le pistole perforanti non devono essere utilizzate perché non possono essere sterilizzate;

4. possono persino verificarsi reazioni allergiche e sanguinamento.
A seguire alcune suggestive immagini di piercing. E voi avete ne avete oppure privilegiate i tatuaggi? Quale significato hanno per voi? Inviateci le vostre foto: le pubblicheremo volentieri.

Maria Domenica Depalo

Questo slideshow richiede JavaScript.

Oroscopo filosofico di settembre 2020

Oroscopo filosofico di settembre 2020 

Oggi diamo inizio al nostro oroscopo filosofico. Certo, può sembrare un ossimoro voler accostare la parola “oroscopo” all’aggettivo “filosofico”, visto che da sempre la filosofia combatte a favore di razionalismi e forme libere da fantasie varie. Tuttavia “fuoritempofuoriluogo” vuole proporre questo esperimento sui generis. Non soltanto ci sarà il classico oroscopo che – lo precisiamo – sarà puramente inventato ma ad ogni segno zodiacale sarà rivolta una domanda su cui riflettere e alla quale, se lo vorrete, poter rispondere.

Il momento appare propizio per presentare questa nuova avventura. Pronti?

Ariete:

aries-759382_960_720
fonte: pixabay.com

L’estate è giunta alla sua naturale conclusione, lasciando in voi quella bellezza e quella energia che vi saranno utili soprattutto ora che la monotona quotidianità dell’autunno tornerà a fare capolino nella vostra vita. Ci saranno numerose sorprese, soprattutto in ambito lavorativo. Le accoglierete? Come vi rapporterete al nuovo? Temendolo o attendendolo?

Toro:

bull-759381_960_720
fonte: pixabay.com

Tra i più testardi e caparbi dell’oroscopo – come la tradizione insegna – siete tra coloro che a dispetto di ogni situazione, anche la più ostile, continuate a perseverare con i vostri sogni e progetti. Fate benissimo a non rinunciarvi! D’altronde cos’è una vita senza sogni e cosa sono i sogni senza vita?

Gemelli:

twins-759375_960_720
fonte: pixabay.com

Gemellini, il mese di settembre vi farà dono dell’inaspettato. Ciò che non attendiamo può configurarsi spesso come qualcosa di meravigliosamente sorprendente. Purtroppo però non posso farvi alcuna anticipazione precisa su cosa accadrà ma dirò solo che la sfera delle relazioni personali sarà sottoposta ad un’importante evoluzione, anche molto importante. Non abbiate paura di eventuali cambiamenti anche personali. D’altronde non credete anche voi che il cambiamento esteriore e quello interiore siano intimamente legati l’uno all’altro?

Cancro:

cancer-759378_960_720
fonte: pixabay.com

Amici del cancro, per un settembre all’insegna della tranquillità, l’oroscopo vi consiglia di smussare un po’ gli angoli più spigolosi del vostro carattere. Lasciate da parte le vostre chele e siate un po’ meno taglienti del solito. Ne guadagnerete in amicizia. L’amicizia d’altronde è anche comprensione e accettazione dell’altro, non concordate? Senza tali elementi, come potremmo anche solo pensare di esistere come società?

Leone:

lion-759374_960_720
fonte: pixabay.com

Con quella folta criniera che vi caratterizza e vi determina, potete andare ovunque, cari amici del leone. Nessuno può fermare i vostri progetti, soprattutto quelli che riguardano la vostra formazione. Quindi anche per questo mese, fate sfoggio di ciò che siete senza nascondervi. Mostrarsi per quello che si è, senza nascondersi, permette di valorizzare la propria persona. Non siete d’accordo?

Vergine:

virgin-759376_960_720
fonte: pixabay.com

Precisi e fin troppo intransigenti, amici della Vergine, è giunto il momento di cambiare atteggiamento nei confronti del prossimo e di accettare con maggior filosofia (è il caso di dirlo) le difficoltà in cui vi potreste imbattere durante questo mese, soprattutto per quanto riguarda la sfera delle relazioni umane. La tolleranza potrebbe essere un ottimo strumento per rinsaldare delle amicizie. Non siete d’accordo?

Sagittario:

contactors-759373_960_720
fonte: pixabay.com

Da bravi centauri siete sempre pronti a scalpitare e a correre verso mete ed orizzonti lontani. Avete capito che il viaggio ed il piacere del viaggio spesso sono più importanti della meta. Ma qual è la vostra destinazione? Quali luoghi anche interiori vorreste conoscere e scoprire non solo nel corso di questo mese?

Bilancia:

horizontal-759380_960_720
fonte: pixabay.com

Amici della bilancia, per vostra stessa natura siete dotati della capacità di restare in equilibrio persino nelle situazioni più complesse ed articolate. È un’ottima cosa. Tuttavia vi siete mai chiesti cosa accadrebbe se per una volta decideste di lasciarvi travolgere dagli imprevisti e dagli squilibri caratteristici del reale? Novità sul lavoro.

Scorpione:

scorpio-759377_960_720
fonte: pixabay.com

Simili agli amici del cancro per quanto riguarda la vostra caratteristica di essere taglienti anche nelle situazioni più delicate, tuttavia riuscite talvolta ad abbandonare questo vostro aspetto e ad assumere un atteggiamento più accogliente e comprensivo. È raro ma accade. Nel corso di questo mese, quest’ultimo modo di essere vi tornerà particolarmente utile soprattutto in ambito lavorativo. Quanto lo smussare i propri angoli può aiutarci nella vita?

Capricorno:

capricorn-759379_960_720
fonte: pixabay.com

Decisi e forti in ogni situazione, caparbi e testardi come pochi segni zodiacali, nel corso di questo settembre 2020 andrete incontro ad importanti novità soprattutto sul fronte professionale. Per quanto le proposte lavorative possano sembrarvi astruse, non vi spaventeranno. Anzi, saranno un’occasione di cui approfittare. Non lo credete anche voi?

Acquario:

aquarius-759383_960_720
fonte: pixabay.com

Miei amati e prediletti amici dell’acquario, l’estate ormai trascorsa vi ha invitato ad importanti riflessioni sul corso della vostra vita e sul segno e significato che vorreste attribuire al futuro. Il quadro è ben chiaro. Tuttavia il passaggio dal pensiero all’atto è ancora lontano e difficile da realizzare. Non abbiate paura di compiere il salto di qualità. Perché sprecare l’occasione di una nascita che è anche rinascita?

Pesci:

fish-759384_960_720
fonte: pixabay.com

In costante movimento e con la mente impegnata in fluttuazioni di pensieri, amici dei pesci prestate attenzione a chi vi circonda, alle parole ma soprattutto ai gesti di chi è intorno a voi. Saranno un modo per conoscere meglio l’altro da sé ed in questo modo anche se stessi. Il disvelamento si configura come uno degli strumenti più importanti nel processo di conoscenza della propria persona e degli altri. E voi, quanto vi conoscete?

Maria Domenica Depalo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nuovo intervallo creativo

Nuovo intervallo creativo

Lavori in corso 🖋️
Stiamo apportando delle modiche ed introducendo delle novità che spero possano piacervi.
Stay tuned 😉

Work in progress 🖋️
News are arriving. We hope you will appreciate. Stay tuned 😉
#fuoritempofuoriluogo #destinazioneblogger #progettoblog #ilsalottodeiblogger #blogger #bloggeritalia #igersitalia

Maria Domenica Depalo

Screenshot_20200720_112632
http://www.pixabay.com

“Steve McCurry. Leggere”: la mostra

“Steve McCurry. Leggere”: la mostra

Ogni volta che pronunciamo il nome del fotografo americano Steve McCurry, non possiamo non pensare alla ragazza pakistana dagli intensi e profondi occhi verdi che egli ritrasse nel 1984.

Green Eyes Steve McCurry
photo ©SteveMcCurry

Oggi, a distanza di 36 anni da quella foto, riparliamo di questo artista in occasione di una mostra che la città di Monza gli ha dedicato presso l’Arengario in piazza Roma, dal titolo “Steve McCurry. Leggere.”

photo ©SteveMcCurry 2

In questi luoghi è stato possibile ammirare 70 foto del McCurry accompagnate dalle parole dello scrittore e giornalista italiano Roberto Cotroneo.
Comune denominatore dei lavori del fotografo americano è stata la lettura.

Lo scopo primario della mostra è stato evidenziare infatti, attraverso le immagini, l’universalità di un gesto apparentemente così semplice ma in realtà estremamente prezioso quale la lettura, appunto.

Leggere d’altronde è il modo più immediato ma al contempo più prezioso di vivere in una dimensione diversa dalla propria, scoprendo realtà nuove e distanti, dando quindi alla mente l’occasione di confrontarsi con l’inaspettato e l’inatteso.

photo ©SteveMcCurry 3
photo ©SteveMcCurry

Le persone ritratte mentre leggono libri, riviste e giornali appartengono a tutto il mondo.
“I contesti sono i più vari: i luoghi di preghiera in Turchia, le strade dei mercati in Italia, dai rumori dell’India ai silenzi dell’Asia orientale, dall’Afghanistan a Cuba, dall’Africa agli Stati Uniti”. (cit. da https://libreriamo.it/fotografia/steve-mccurry-leggere-mostra-fotografica-dedicata-libri-lettura-monza/ )
Nel corso della mostra è stato possibile imbattersi anche in alcuni dei libri di McCurry che hanno ispirato la mostra. E voi che rapporto avete con la lettura ed i libri in genere?

Ecco alcuni riferimenti che potranno tornarvi utili:

https://libreriamo.it/fotografia/steve-mccurry-leggere-mostra-fotografica-dedicata-libri-lettura-monza/

https://libreriamo.it/photogallery/steve-mccurry-leggere/

https://www.instagram.com/stevemccurryofficial/?hl=it

http://www.arte.it/calendario-arte/milano/mostra-steve-mccurry-leggere-64773

Maria Domenica Depalo

La recensione del mese: Diario di una schiappa

La recensione del mese: Diario di una schiappa

Tempo fa mi sono imbattuta in due libri che ho scoperto appartenere ad una saga divertente, attuale e piena di fantasia tragicomica. Parlo di “Si salvi chi può! “ e di “Non ce la posso fare” di “Diario di una schiappa!” di Jeff Kinney. 

Destinati principalmente ad un pubblico giovanissimo, i suoi libri sono un concentrato di ironia e simpatia. E tra un po’ scoprirete perché.

Il protagonista delle storie è Greg, un ragazzo che frequenta le scuole medie. Perennemente nei guai a casa e a scuola, nella maggior parte dei casi inconsapevole del perché dei suoi problemi, Greg tuttavia si mostra volenteroso e pieno di idee.

photoby©MariaDomenicaDepalo
photoby©MariaDomenicaDepalo

Greg ha quasi sempre una soluzione a tutto. Che poi sia possibile metterla in atto con successo o meno costituisce un altro paio di maniche.

Intanto riuscire ad evitare le punizioni della madre, delle maestre e perfino della polizia costituisce già un importante traguardo per lui.

continua alla pagina seguente –>

Esiste il destino? Da chi o cosa dipende la nostra vita?

Esiste il destino? Da chi o cosa dipende la nostra vita?

Fortemente legato al futuro ma inconoscibile, il destino o fato affascina tutti nella sua incertezza ed oscurità sin dai tempi più antichi. Esso era rappresentato dalle tre Moire nella mitologia greca e dalle Parche in quella romana. Intente a tessere la vita degli uomini come se fosse un filo, a svolgerlo senza logica apparente e a tagliarlo recidendo all’improvviso la vita di ogni individuo, loro incarnavano perfettamente l’imprevedibilità del fato.

Per seconda [Zeus] sposò la splendida Thémis,
che generò le Ore (Eunomie, Dike ed Eirene fiorente)
che vegliano sulle opere dei mortali;
e le Moire, cui grande onore diede Zeús prudente:
Cloto, Lachesi e Atropo, che concedono
agli uomini il bene e il male. (da Teogonia di Esiodo v. 900-906)

A parlare di imprevedibilità ed oscurità del destino non è stata però solo la mitologia ma anche la fisica, a dimostrazione dell’importanza del tema. Basti pensare a tal proposito al principio di indeterminazione di Heisenberg che afferma come sia impossibile conoscere contemporaneamente velocità e posizione di una particella.

Con tale principio si sancisce l’impossibilità da parte della scienza di pervenire a una conoscenza completa della realtà. Il fatto che non si riescano a determinare in alcun modo tutte le variabili di un sistema fisico significa, infatti, che non è possibile stabilirne con precisione l’evoluzione futura”. (cit. tratta da “Destino: il futuro non è mai scritto” di Rossana Rossi, in Airone, anno XXXIII n°403, novembre 2014)

Pagare, Numeri, Infinito, Cifre, Riempimento, Massa
fonte: pixabay.com

continuate a leggere nella pagina seguente–>

Bugie ed inganni

Bugie ed inganni

“Tutti i Cretesi sono bugiardi”affermava Epimenide il Cretese. Diceva la verità o mentiva? Difficile dirlo. La frase si presta infatti a molteplici interpretazioni. Se dovessimo dare credito al suo contenuto, dovremmo considerare Epimenide un bugiardo che ci sta raccontando una verità riguardante il suo popolo, cioè la tendenza a mentire.

Non ne usciamo più.

Uomo, Pensiero, Pensieri, Scultura, Estate, Faccia
fonte: https://pixabay.com

Il nostro intento,in questo articolo, tuttavia è un altro: cercare di occuparci della menzogna e di capire come smascherare i bugiardi. Come facciamo a comprendere se la persona che abbiamo di fronte a noi e ci sta parlando, sta mentendo oppure no? Di certo non possiamo ricorrere al poligrafo e neppure al naso come se fosse Pinocchio.

A venirci incontro però ci sono alcune strategie, che ci suggerisce la dottoressa Pamela Meyer, autrice di Liespotting, da anni impegnata nello studio del comportamento umano e del disvelamento degli inganni mediante l’osservazione del cambiamento delle espressioni facciali.

Ovviamente ogni persona rappresenta un mondo a parte e non è detto che i segnali che stiamo per esaminare siano una prova certa della presenza di un bugiardo. Cerchiamo tuttavia di evidenziare alcune delle caratteristiche dei possibili “Pinocchio”:

  • Nascondere le labbra o morderle, non guardare in faccia il proprio interlocutore oppure, al contrario, fissarlo in modo insistente, toccarsi ripetutamente i capelli sono solo alcune delle manifestazioni esteriori dello stato d’ansia di chi ricorre alla bugia. Persino il sorriso ci può dire molto. Quando si ride e si sorride di gusto e sinceramente, sorride tutto il volto. Quando si camuffa il proprio stato emotivo con un sorriso che invece nasconde la propria infelicità e/o tristezza, solo la bocca sorride mentre la parte superiore del volto sembra rigida ed in tensione.

continua alla pagina seguente –>

La recensione del mese: “Kafka sulla spiaggia” di Murakami Haruki

La recensione del mese: “Kafka sulla spiaggia” di Murakami Haruki

La proposta letteraria di fuoritempofuoriluogo per questo mese è “Kafka sulla spiaggia”. Innovativo, sui generis, curioso e mistico nonostante il suo strettissimo legame con il reale, questo romanzo mi ha condotta a numerosissime curiosità e domande alcune delle quali relative alla effettiva fruibilità del reale e alla sua autentica concretezza.

Scritto da Murakami Haruki, docente universitario a Princeton ed in California, e pubblicato nel 2002, questo romanzo ha avuto un’immediata ed straordinaria accoglienza in tutto il mondo tanto da meritare nel 2006 il Premio World Fantasy.

book
https://pixabay.com/it/photos/libro-lilla-fiori-cacao-bere-3387071/

Lo scorrere veloce delle parole e delle pagine permette alle vicende del giovane Kafka Tamura e dell’anziano Nakata di intrecciarsi armoniosamente. Il primo è un quindicenne smarrito in fuga dalla maledizione edipica scagliatagli dal padre ma anche un ragazzo deciso a scoprire la verità sul suo abbandono ad appena quattro anni. Nella sua ricerca sarà aiutato da vari personaggi, tra cui Oshima e la signora Saeki ma soprattutto da Corvo, proiezione del suo io (del resto kafka in ceco vuol dire corvo).

Nakata invece è un anziano che all’età di nove anni ha subito un incidente che lo ha privato della capacità di leggere e di astrarre ma lo ha reso in grado di parlare con i felini ed una pietra. Vive con i sussidi del governo e aiuta le famiglie a ritrovare i loro gatti scomparsi misteriosamente. Anche lui non sarà solo: incontrerà il camionista Hoshino con cui vivrà delle avventure incredibili tra tuoni improvvisi e misteriose piogge di pesci e sanguisughe.

https://pixabay.com
https://pixabay.com

Fantasia e realtà si mescolano fino a divenire l’una parte dell’altra e distinguerle sarà pressoché impossibile. Con un linguaggio scorrevole e coinvolgente, l’autore descrive le sfaccettature più intime e preziose dei personaggi ed i loro tormenti interiori mostrando come la debolezza sia in realtà espressione di una forza che può diventare un nuovo punto di partenza. Per tutti.

Buona lettura!

Per conoscere meglio l’autore, consultate questi siti:

http://www.harukimurakami.com/

http://www.harukimurakami.it/Joomla/

 

Maria Domenica Depalo

Vivere a lungo e bene: qualche strategia e suggerimento

Vivere a lungo e bene: qualche strategia e suggerimento

Tutto cambia e si modifica nel tempo. Tutto scorre e nulla rimane identico a se stesso: πάντα ῥεῖ diceva Eraclito. Il nostro corpo muta impercettibilmente ogni giorno. Non ce ne rendiamo conto ma è proprio così. Come il corpo anche la nostra mente acquista una fisionomia nuova con lo scorrere delle ore e con essa anche la nostra capacità di entrare in relazione con il prossimo e di cogliere ciò che ci circonda.

Ma perché ci stiamo soffermando su tematiche legate alla mutevolezza del reale? Semplicemente perché parleremo dell’anzianità che raccoglie in sé tutte le tracce dello scorrere vitale. Cercheremo quindi di capire quali siano i segreti per viverla al meglio e il più a lungo possibile.

In Italia gli ultracentenari sono oggigiorno “oltre 17mila persone, in maggioranza donne. Nel 2050 saranno 200mila, secondo l’Istat, e saranno quasi 3,7milioni nel mondo”. (tratto da Airone, vedi giù) Gli scienziati osservano pertanto con attenzione quest’ampia fetta di popolazione cercando di carpirne i segreti.  

Siete pronti a scoprirne qualcuno? Iniziamo:

  1. prima di tutto è necessario ridurre lo stress e cercare di prendere le cose “con filosofia”. Vivremo sicuramente con meno ansie ed il nostro cuore ci ringrazierà;
  2. cerchiamo di essere più positivi e propositivi e di rivolgere lo sguardo verso il mondo con occhi entusiasti e speranzosi; Persone, Vecchio, Uomo, Donna, Coppia, Amore, Ridere
  3. sicuramente utile appare anche coltivare passatempi intellettualmente stimolanti come la lettura e l’enigmistica. Molti anziani, visto il maggior tempo a disposizione, riprendono a studiare frequentando corsi scolastici e universitari e con risultati superiori rispetto ai colleghi più giovani;
  4. è importante avere una ricca ed attiva vita sociale. Intrattenersi con gli amici, scambiare idee o fare una passeggiata sono attività che contribuiscono al buon umore e a scacciare la malinconia; Senior, Anziani, Persone, Coppia, Vecchio, Amici
  5. non dimentichiamo che è fondamentale seguire un’alimentazione sana e corretta: “Una dieta mediterranea ricca di cereali integrali, verdura, frutta, pesce azzurro e olio extravergine d’oliva, arricchita di latte e latticini leggeri e integrata con vitamina D” contribuisce ad allungare e a viverla meglio. (cit. da Airone)

Per diventare provetti Matusalemme, un ruolo importante giocano inoltre il cioccolato fondente (ovviamente in quantità moderata), l’uva, la curcuma, il tè verde e nero (ricchi di antiossidanti), le mele, i frutti di bosco ed il peperoncino.

Tuttavia ciò che conta maggiormente è, a mio parere, l’atteggiamento nei confronti della vita stessa. D’altro canto, non conta solo quanto sia lunga la vita. Conta quanto sia larga, cioè ricca e piena, come diceva Luciano Decrescenzo. Coppia, Felice, Vecchio, Nonno, Nonna, Viso, Persone

Le citazioni ed i riferimenti sono tratti da:

Vivremo (bene) fino a 100 anni” di Barbara Melo in “Airone”, n. 437- settembre 2017

Qui nessuno ha fretta di andare in paradiso” di Carlos Solito in “Airone”, n. 437- settembre 2017

Le foto presenti nell’articolo sono tratte da https://pixabay.com/

Maria Domenica Depalo

https://freewordsmagazine.wordpress.com/2017/11/10/i-segreti-della-longevita/